PNRR, parte il Piano Nuove Competenze

Firmato il 10 dicembre scorso dal Ministro Andrea Orlando, entra finalmente in azione entro il 31 dicembre prossimo, il decreto istitutivo del Piano Nuove Competenze: lo strumento previsto dal Piano Nazionale Ripresa e Resilienza per incentivare e potenziare la creazione e lo sfruttamento delle competenze nell’obbiettivo di crescita dell’occupazione.

Il Piano, redatto dal Tavolo interistituzionale sull’apprendimento permanente, rappresenta una proposta programmatoria di interventi operativi pluriennali, la cui finalità fondamentale è quella di intervenire su una parte consistente della popolazione adulta per colmare i deficit di competenze di base e di basse qualificazioni.

I programmi del Piano

Il Piano Nuove Competenze andrà ad agire, nello specifico, sulla Missione 5 del PNRR, attraverso tre programmi guida:

  • GOL (Garanzia Occupabilità Lavoratori), perno dell’azione del Piano.
    Vengono previsti cinque percorsi in funzione della occupabilità: dal reinserimento lavorativo, all’aggiornamento (upskilling) e riqualificazione (reskilling), lavoro e inclusione, ricollocazione collettiva.
  • Sistema Duale, rivolto alla formazione di giovani fra 15 e 25 anni, con l’obbiettivo di attivare maggiormente le istituzioni di corsi di studi Ie FP (istruzione e formazione pluriennale)
  • istituzione del Fondo Nuove Competenze, nato per contrastare gli effetti economici dell’attuale pandemia, riqualificando le competenze dei lavoratori, sostituendo ad una porzione d’orario lavorativo la formazione.

A chi si rivolge

Il ministro Orlando ricorda come l’intero Piano Nuove Competenze integri, dunque, iniziative per i NEET ed i giovani così come per gli adulti, mirato a colmare le basse o arretrate competenze della popolazione, uniformandole alle skills richieste nell’ambito della Transizione Digitale con formazione dalle 150 alle 600 ore per dipendente, da alternare alla pratica dei tirocinanti o alle ore di lavoro previste.
Si tratta in gran parte di progettualità già confermate durante l’anno corrente, che verranno effettivamente finanziate a partire dal prossimo, e che saranno quindi sul banco di prova durante il prossimo anno. Importante, dunque, l’azione di governo per il tema dell’ammodernamento che vedremo in azione durante il prossimo anno.

Vuoi ricevere la nostra Newsletter con le novità del PNRR?

Non inviamo spam! Puoi saperne di più leggendo la nostra Informativa sulla privacy

Autore

  • Studioso e lavoratore della filiera agroalimentare e del turismo. Fermamente convinto nella qualità dei prodotti salentini, e nel valore che essi creano per il Paese intero. Studioso del fermento culturale ed economico del Mezzogiorno

close

Vuoi ricevere la nostra Newsletter con le novità del PNRR?

Non inviamo spam! Puoi saperne di più leggendo la nostra Informativa sulla privacy

Condividimi sui Social Network!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *