Regione Puglia: Attività storiche e di tradizione

Come già segnalato nell’articolo del 16 luglio scorso ricordiamo che le aziende pugliesi in attività da almeno 30 anni possono inoltrare la domanda di riconoscimento di attività storiche e di tradizione.

L’obiettivo è valorizzare una serie di fattori legati al carattere continuativo dei prodotti offerti, della storicità della denominazione e della composizione delle strutture architettoniche in luoghi di interesse pubblico per la comunità.

Il riconoscimento può essere richiesto da botteghe artigiane, locali e negozi. A loro volta queste aree contemplano tre categorie a seconda degli anni di esercizio dimostrabili: 30, 40 o 70 anni.

Le aziende che saranno riconosciute potranno utilizzare appositi marchi regionali, fregi e vetrofanie, per comunicare alla clientela la loro appartenenza a questo settore.

L’avviso è stato pubblicato sul BURP n.75 della Regione Puglia e le istanze di riconoscimento devono essere presentata un Centro di Assistenza Tecnica (CAT).

Vuoi ricevere la nostra Newsletter con le novità del PNRR e del RePower Eu?

Non inviamo spam! Puoi saperne di più leggendo la nostra Informativa sulla privacy

Autore

  • Laureato in Economia, finanza e assicurazioni e con un master in innovazione e sostenibilità, da anni coltivo la mia passione per lo studio del processo di digitalizzazione e di sviluppo sostenibile e i vantaggi che tale cambiamento può portare a livello economico, culturale e ambientale

close

Vuoi ricevere la nostra Newsletter con le novità del PNRR e del RePower Eu?

Non inviamo spam! Puoi saperne di più leggendo la nostra Informativa sulla privacy

Condividimi sui Social Network!